domenica 19 luglio 2015

Sahaam

Ben ritrovati, quest'oggi vorrei parlarvi di Sahaam, manga fantasy tutto Italiano scritto e disegnato da Elena Toma, che mi ha colpita particolarmente per l'accuratezza di disegni, e stile personale dell'autrice.



Non essendo ferrata circa il mondo di manga e fumetto in generale, non mi sarà possibile fare accostamenti di stile e tematiche o paragoni di alcun genere, ma mi limiterò come sempre, ad esporre le sensazioni che questo prodotto mi ha suscitato.
Sahaam è la storia di una grande avventura, un viaggio periglioso in cerca di verità e vendetta, costellato da situazioni fantastiche, comiche, emozionanti.
Tutto ha inizio con la narrazione di una battaglia tra due razze di carattere, colore pelle, ed abitudini differenti.
L'antico popolo dei Garian dalla carnagione azzurra, venne soggiogato dal popolo Helian in possesso di pelle rosa, e grandi abilità nelle arti Majie.
L'apparizione di un re leggendario in grado di maneggiare Sahaam la freccia di luce sacra, riportò ordine e pace, sconfiggendo gli Helian.
Fu così che i Garian in onore di quanto avvenuto, decisero di cambiare il nome del loro mondo in Sahaam, ribattezzandosi Sahaamiani.
Al termine di questa introduzione facciamo la conoscenza del protagonista ovvero Sokar, un giovane Sahaamiano in procinto di affrontare la prova suprema, che decreterà la sua entrata ufficiale nel mondo adulto.


Mi soffermo un attimo su di lui, dicendovi che Sokar è un soggetto davvero unico, in grado di suscitare simpatia immediata e duratura.
I suoi atteggiamenti da sbruffone, le espressioni grottesche unite ad una fragilità fanciullesca, lo rendono davvero adorabile.
Durante lo svolgimento della prova tuttavia, un violento cataclisma sconvolge il paese, distruggendo Silvfor il villaggio natale di Sokar.
Il terremoto è stato causato da due Helian sfuggite ad una lunga prigionia, che grazie alle loro arti Majie e ad un particolare evento astrale, sono state in grado di evocare una creatura demoniaca, al fine di garantirsi vittoria sicura sul popolo di Sahaam.
Sokar viene dunque mandato in missione verso la città di Iridia in cerca di Radios, un potente Majian.
L'immane calamità che ha colpito il paese non appare come frutto di casualità o eventi naturali, e dunque si rende necessario interrogare Radios affinché possa dare una risposta, confermando o smentendo i sospetti covati dal capo villaggio di Silvfor, circa il coinvolgimento delle due Helian superstiti.
Inizia così per Sokar un viaggio che lo porterà ad Iridia, e poi... e poi non dico altro, per evitare di rovinarvi la sorpresa.
Sahaam al momento conta due numeri, che potete acquistare tramite il sito di Mangasenpai, casa editrice che produce e distribuisce gli albi.
Ciò che ho amato di quest'opera è la vivacità dei personaggi tutti perfettamente caratterizzati, e uno spiccato dinamismo di scene, azioni e situazioni, che rendono la lettura estremamente coinvolgente nonché priva di tempi morti.
Personalmente amo che le tavole di Sahaam siano così ricche, “piene” potrei dire usando un termine semplice che tuttavia credo inquadri bene la sensazione che il lettore prova, nel leggere la storia.
Il viaggio di Sokar è solamente all'inizio, credo che molte sorprese e colpi di scena si celino dietro l'angolo. 
Alcuni sono già avvenuti nel volume due, ma dubito resteranno cosa isolata.
Elena Toma nonostante la giovane età possiede esperienza e tecnica davvero notevoli, acquisite tramite moltissimo duro lavoro, e innumerevoli attività collaterali.
All'interno della sua pagina Tonkipappero's Art, troverete tutti i progetti che Elena ha in corso.
Prima di tutto Mangakugan, bimestrale di manga italiani che regala prezioso spazio ad autori esordienti, e poi Mangakugan Light, che crea invece una nicchia preziosissima per gli scrittori in erba, desiderosi mettersi in gioco con la realizzazione di light novels, ovvero piccoli romanzi rivolti ad un pubblico giovane, corredati da illustrazioni in stile manga.
Concedere spazio agli esordienti costituisce un eccellente modo per scoprire nuovi talenti, concedendo loro il privilegio di potersi mettere alla prova con se stessi e il pubblico.
Elena ha inoltre in cantiere altre opere manga come sempre contraddistinte dal suo stile fresco e grintoso, incentrate su tematiche fantasy, steampunk e di fantascienza.
I titoli che sta tutt'ora producendo sono Energheia (testo di Thomas Lucking e disegni di Elena Toma) e  Domination Reiyel, light novel disponibile all'interno di Mangakugan Light.



In piu' (come se non bastasse!) Elena collabora con la neonata casa editrice Kasaobake in procinto di sfornare svariati titoli più o meno noti al pubblico di Facebook, e nuove produzioni tutte da scoprire.
Insomma, come potete vedere la carne al fuoco è davvero tanta!
Mangakugan costituisce una realtà assai articolata che si estende a svariati media, dei quali vi fornirò i link al termine del post.
Vi consiglio di iniziare ad esplorare la vastità dei mondi curati da Elena partendo da Sahaam, perché Sokar merita tutta la vostra attenzione, e perché avendolo letto posso fornirvi garanzie circa la bontà del prodotto, che sono certa non vi deluderà.

Elenco link:
YouTube

3 commenti:

  1. No ma... quanto ti adoro? *____* Trovare questo tuo post (che ho scovato tramite la tua condivisione su Facebook) è stata una sorpresa fantastica, come potrei non adorarti? <3 <3 <3 Grazissime per le belle parole, sei un tesorooo! <3 E tanto (ma taaaanto) lllove per Sokar <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: Mi sono aggiunta ai lettori fissi! *^*

      Elimina
    2. Come gia' detto mi ero rimpromessa di scrivere un post come questo da parecchio tempo, e finalmente ci sono riuscita :D
      Grazie per il follow! Gli argomenti che tratto sono spesso un po' particolari, ma spero risultino interessanti.
      E si', tanto love per Sokar U_U

      Elimina