lunedì 21 marzo 2016

Samsara

Manuela Soriani, è una giovane donna che con forza, determinazione ed incrollabile fiducia nelle proprie possibilità e nel prossimo, viaggia spedita nell'universo delle produzioni indipendenti, di fumetti e webcomic.
Ciò che credo salti all'occhio sin da subito, sin dal primo momento in cui entri in contatto con lei, anche se si tratta di una toccata e fuga, o di sporadici contatti telematici, è la sua carica di positività, la gentilezza, l'essere mentalmente aperta e disponibile: curiosa.
Seguo la sua produzione da diverso tempo, ma solo di recente mi sono decisa a vincere la mia pigrizia, affrontando dopo mesi di letture distratte ed occasionali, una delle opere nelle quali è coinvolta.
Samsara è una storia a vari livelli, che tuttavia possiede numerosi sotto livelli, affioranti tra le righe di un racconto basato sull'amore e il destino.


Lasse e Mason uniti per la vita, uniti tra vite, universi ed epoche, si trovano e perdono in continuazione, in un misterioso gioco di eventi che tuttavia non può demolire un legame, in grado di resistere a qualsiasi cosa.
La forza che tiene coesi i due giovani, è l'amore.


Lasse e Mason percorrono il cammino dell'esistenza restando costantemente legati l'uno all'altro da un invisibile filo, paragonabile al poetico “filo rosso” presente nelle leggende orientali.
Il filo rosso si allunga, tendendosi allo spasimo e può percorrere distanze infinite, ma mai si spezzerà, tenendo uniti per sempre due individui destinati ad essere una coppia, finché il caso, la vita, non li farà incontrare.
Il filo rosso che lega Lasse e Mason si estende all'infinito, andando ben al di là dei chilometri, oltrepassando universi, dimensioni, il tempo stesso.
In contrapposizione all'amore, vero protagonista di questa storia, sta la sua nemesi, ovvero la morte.
Inseguendo i due amanti piazzerà nuovi ostacoli, metterà i bastoni tra le ruote a queste due vite tormentate ma indomite, il cui amore appare tanto radicato e potente, da poter competere persino con una forza, in teoria impossibile da sconfiggere.


Tendendosi l'uno verso l'altro in maniera consapevole o inconsapevole, i due resteranno comunque una cosa sola, finché il mondo girerà, e stelle vi saranno in cielo.
Quest'opera viene realizzata a più mani dal collettivo AWE, che potete trovare su varie piattaforme web, tra le quali Patreon.
Essendo una storia d'amore vera non mancano scene esplicite, facendo di Samsara un'opera destinata ad un pubblico adulto.
Collaboratori occasionali si aggiungono al collettivo, lasciando la loro impronta, il loro contributo, rendendo Samsara una creazione che non solo parla d'amore, ma è anche fatta d'amore.
L'armonia che governa l'intera produzione ha qualcosa di magico, direi unico, e tutto questo traspare nella qualità e cura dell'intero lavoro che vi consiglio di visionare, anche se, come me, non amate le storie sentimentali.
Samsara è un'opera da leggere ed amare, anche solo per l'infinita passione che muove Manuela e gli altri membri del collettivo.
Affrontando ogni difficoltà senza mai perdersi d'animo lavorano indefessamente da anni, sfidando il pubblico con una storia d'amore omosessuale dai risvolti mistici e complessi, laddove in questo campo regna la banalità che riduce ogni cosa a rapporti stereotipati, fan service, e mancanza di un vero spessore.

Potete trovare Samsara ai seguenti link, e contribuire all'opera, tramite Patreon.

Facebook
Tapastic
Patreon
Google+

Nessun commento:

Posta un commento